CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.11.2017

Per bar, tavolini e ombrelloni
il regolamento è «on the rocks»

Tavolini, ombrelloni, verande: sospeso il Piano dei plateatici
Tavolini, ombrelloni, verande: sospeso il Piano dei plateatici

Tutto da rifare il piano dei plateatici del centro storico di Desenzano, che coinvolge almeno un centinaio di locali con tavolini, pedane, tendoni e verande su suolo pubblico.

Lunedì il Consiglio comunale voterà la sospensione dei termini di applicazione dell’ultimo piano approvato nella primavera del 2016, in vista di una «necessaria revisione» da portare a termine entro il prossimo anno.

GLI ESERCENTI dunque non saranno più obbligati ad adeguarsi al vecchio piano, che prevedeva tra l’altro la rimozione delle strutture «fisse» per sostituirle con ombrelloni o tende a vela, ma che allo stesso tempo dava la possibilità di chiudere certi spazi con delle tende a muro.

Il piano in realtà è in vigore da mesi, ma nella pratica non è stato applicabile: «Ci sono diversi esercizi che hanno presentato dei progetti in linea con quanto deliberato dal Comune - ha spiegato in Commissione il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, Mario Spagnoli - ma in alcuni casi questi progetti non hanno superato il vaglio della Soprintendenza. Parlo ad esempio del progetto del bar Agorà, che avrebbe voluto delle tende a vela, o del Mit che invece avrebbe voluto una tenda a muro». Via libera invece ai progetti di modifica del Bar Bosio, o del Bellini’s di piazza Matteotti.

«La delibera non stravolge nulla - ha detto ancora Spagnoli - ma sospende i termini, lasciando che tutti possano mantenere la loro attività così com’è. Se poi qualcuno vorrà intervenire lo stesso, è libero di farlo rispettando le regole del piano del 2016, ma non ci saranno obblighi».

Del nuovo piano si riparlerà nel 2018. Un film già visto più volte: il primo piano dei plateatici risale al 2006, venne poi congelato con varie deroghe dalla seconda Giunta Anelli, riproposto nel 2014 dall’assessore Maurizio Tira, modificato e approvato con variante nel 2016 dopo i ricorsi al Tar. A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1