CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.12.2017

Rapina violenta
a una 89enne:
arrestato

Il commissariato di Desenzano: scoperto e arrestato l’autore della violenta rapina in via Rambotti
Il commissariato di Desenzano: scoperto e arrestato l’autore della violenta rapina in via Rambotti

Agli occhi della sua anziana vittima, una 89enne, quel rapinatore era apparso come un indemoniato: in preda a una furia incontrollata le ha addirittura strappato gli anelli dalle dita, non prima di averla spintonata a terra e minacciata di morte. Fuggito da quella casa di via Rambotti con i gioielli e i contanti che nella furia era riuscito ad arraffare, non è sfuggito però alla giustizia: è stato arrestato ieri mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Desenzano, dopo una difficile e fruttuosa indagine, tenacemente portata avanti per mesi .

IL RAPINATORE violento ha 22 anni, è di origini algerine ma di nazionalità italiana: ora è in carcere per avere aggredito e rapinato una donna di 89 anni che quel giorno di fine estate era sola in casa, piombandole addosso e mandandola all’ospedale tra spintoni e minacce dopo una sequenza da incubo. Una nonnina indifesa, in balìa di un giovane criminale senza scrupoli: l’ha guardata dritta negli occhi, minacciandola di morte se non avesse obbedito agli ordini, l’ha spinta a terra e si è fatto consegnare il denaro e i gioielli che erano nascosti in casa. Infine le ha strappato con la forza gli anelli d’oro che aveva alle dita, prima di scappare e sparire. Sotto shock e contusa (medicata in ospedale ha avuto cinque giorni di prognosi), l’anziana ha trovato la forza e il coraggio di avvisare i suoi familiari dell’accaduto, che hanno allertato la Polizia. Indagini serrate: gli agenti erano arrivati subito sul posto per un sopralluogo, interrogando vicini e passanti in cerca di qualche elemento utile. Da lì in poi, la Polizia di Stato ha vagliato fotogramma per fotogramma le immagini della videosorveglianza comunale, ma ancor più decisiva è stata sicuramente la testimonianza della stessa vittima: nonostante il trauma appena subito (e la veneranda età) ha fornito agli investigatori un identikit perfetto del suo aggressore, ricco di particolari, fondamentale per individuare l’aggressore, beccato finalmente ieri mattina.

LO HANNO PRELEVATO direttamente da casa e trasferito in carcere: già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, il 22enne abita ai Cinque Continenti, un quartiere difficile di Castiglione delle Stiviere. Tra l’altro è lo stesso quartiere da cui proviene anche il baby rapinatore (di appena 17 anni) che è stato arrestato dagli uomini del Commissariato esattamente una settimana fa per uno scippo violento, che era degenerato in rapina, commesso in ottobre, in via San Zeno a Rivoltella.

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1