CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.10.2017

Scarichi a lago
senza fondi
Ma è aperta
la «trattativa»

Il sindaco Guido Malinverno
Il sindaco Guido Malinverno

Più di un milione in due anni (nel 2019 e nel 2020) per fognature e sottoservizi: nel piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Desenzano, appena deliberato, sono già programmati interventi da viale Andreis a via Montecroce per l’estensione della rete fognaria, la separazione di acque bianche e nere, una nuova rete dell’acquedotto in via Curiel e via Rambotti (250mila euro).

MA NEL PIANO non v’è traccia degli scarichi a lago, tema sempre definito prioritario dal sindaco: che fine hanno fatto?

Il mistero è subito svelato dal primo cittadino: «Non ce ne siamo dimenticati - chiarisce Guido Malinverno -: è stata una scelta voluta e questo deve essere chiaro. Finché non so che quota tocca al Comune, che quota a Garda Uno e al gestore unico, allora non si possono programmare investimenti: si rischierebbe il danno erariale destinando risorse del Comune per impegni che sono invece competenza di altri enti. Quando sarà chiaro a chi tocca pagare e in che percentuale, allora metteremo la nostra parte, aggiornando subito il piano delle opere pubbliche».

Entro fine anno è comunque previsto l’intervento sullo scarico S13 del Desenzanino, per 270mila euro di cui 100mila a carico del Comune. Il prossimo sarà quello alla Spiaggia d’Oro, poi toccherà agli scarichi dei Rogazionisti e della Maratona.A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1