CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.10.2017

Spari in piazza,
l’autore resta
in carcere

La Polizia indaga sulla sparatoria
La Polizia indaga sulla sparatoria

Colpi di pistola in piazza a Desenzano: resta in carcere lo sparatore. È stata convalidata la custodia cautelare del 33enne dominicano (le sue iniziali sono L.AL.A, ma in paese è conosciuto come «Mello») protagonista della sparatoria di giovedì notte a due passi dal Duomo, in cui è rimasto gravemente ferito a una gamba un suo coetaneo marocchino, R.A le iniziali.

Il dominicano non è stato arrestato per l’aggressione (per cui comunque è indagato) ma per detenzione e spaccio di stupefacenti: nell’abitazione condivisa con la fidanzata (una ragazza cubana di 30 anni, R.M.N., anche lei arrestata e ora ai domiciliari) gli agenti del Commissariato di Polizia di Desenzano, con il supporto dei colleghi della Squadra Mobile della Questura, hanno infatti recuperato ben 238 grammi di cocaina, nascosti dietro l’armadio in camera da letto, suddivisi in più sacchetti. In un borsello, è stata trovata anche una modica quantità di marijuana, circa tre grammi.

Gli uomini della Polizia di Stato sono arrivati alla coppia a poche ore dall’aggressione: è stata la vittima a riferire di essere stato colpito da un sudamericano, tale «Mello», con cui avrebbe avuto «un alterco per futili motivi».

Perde quindi sostanza l’ipotesi di un regolamento di conti legato alla droga: il marocchino ha effettivamente litigato con un gruppo di sudamericani, prima di essere «punito» da un proiettile a una gamba. Sanguinante, si sarebbe trascinato fino all’unico bar di vicolo Oratorio per chiedere aiuto. Sarebbe stata poi una guardia giurata ad allertare la Polizia.

Di minore entità sembra invece la vicenda che ha scatenato il panico lunedì sera in piazza Matteotti: solo una zuffa, i cui protagonisti sono tre giovanissimi desenzanesi (di circa 18 anni). Il caso ora è nelle mani della Procura, che verificherà l’eventuale rilevanza penale. A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1