CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.10.2017

Spari in piazza, la chiave è nella droga

Il Commissariato di Desenzano
Il Commissariato di Desenzano

Si trova in carcere in stato di fermo il 28enne dominicano protagonista giovedì notte di un’aggressione a mano armata in pieno centro a Desenzano, in vicolo Oratorio, a pochi metri dal duomo.

Intorno alle 2 la lite con un marocchino di 33 anni sarebbe degenerata a tal punto da convincerlo a sparare vari colpi di pistola, di cui solo uno a bersaglio, a una gamba.

L’interrogatorio di garanzia per la convalida dell’arresto è atteso domani o martedì: il giovane è stato fermato a poche ore dall’accaduto dagli agenti del Commissariato di Polizia. Al suo domicilio, gli uomini della Polizia di Stato hanno sequestrato anche due etti di cocaina, motivo per cui è scattato l’arresto in flagranza: oltre alla droga, risulta indagato per lesioni aggravate e per porto abusivo d’armi in luogo pubblico. Si continua comunque a cercare la pistola.

La vittima della sparatoria (colpito a una gamba, quasi trapassata da parte a parte dal proiettile) è ancora ricoverato in ospedale, ma non è mai stato in pericolo di vita: il marocchino è stato ascoltato dagli agenti, a cui avrebbe negato la lite per droga, e parlato piuttosto di vecchi rancori e futili motivi. Che si sia trattato di un’aggressione legata al mondo dello spaccio continua comunque ad essere un’ipotesi plausibili: le indagini sono affidate al Commissariato di Desenzano, con il supporto della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica.

Sulla dinamica non ci sarebbero più dubbi: dopo essere stato colpito, il 33enne si sarebbe trascinato lungo il vicolo in cerca d’aiuto, lasciando una scia di sangue. Avrebbe raggiunto l’unico bar ancora aperto, da cui sarebbe stato poi allertato il 112. I protagonisti della vicenda, vittima e aggressore, risulterebbero domiciliati a Desenzano (ma con una serie di «residenze ballerine» alle spalle) ed entrambi incensurati. A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1