Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 25 giugno 2018

Sul lungolago sprofondato
entra in campo la Regione

Il tratto di lungolago collassato: primi passi per la ricostruzione (BATCH)

Ieri mattina sul lungolago crollato c’è stato il primo sopralluogo dei tecnici di Regione Lombardia, guidati dal dirigente e architetto Silvia Maria Volpato. Ora non si aspetta altro se non il tavolo tecnico convocato per lunedì pomeriggio alle 14.30: sarà coordinato dall’Autorità di Bacino, che dovrà programmare gli interventi di recupero e ripristino.

Intanto, spiega il sindaco Guido Malinverno, la situazione viene monitorata quotidianamente e al momento non presenterebbe nuovi profili di rischio: «Tutte le mattine siamo sul posto per i rilievi e da ieri a oggi il lungolago non si è spostato di un millimetro. Abbiamo sentito la Soprintendenza, che ci ha chiesto documentazione relativa al lungolago di ieri (è stato costruito negli anni ’20 del Novecento) e su quello di oggi. Nelle prossime ore scriverò una lettera, che sarà consegnata sia all’Autorità di Bacino che alla Prefettura, in cui chiederò vengano chiariti il prima possibile le tempistiche, il progetto e i costi. Noi comunque - annuncia Malinverno - metteremo a disposizione 350mila euro». A.GAT.