CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.11.2017

Tre camerieri malmenati
dopo il lavoro al ristorante

Sul fatto indagano i carabinieri
Sul fatto indagano i carabinieri

Un venerdì sera da dimenticare per tre giovani dipendenti di un ristorante Sushi di via Dal Molin a Desenzano: al rientro a casa dopo una lunga giornata di lavoro sono stati malmenati, in una zuffa scatenatasi per futili motivi, tanto che due di loro sono stati ricoverati in ospedale.

Tutto è successo in via Gherla, nella zona di Capolaterra, dopo la mezzanotte. Sul cammino verso casa, i tre lavoratori hanno incrociato un altro terzetto di giovani, pare anche loro stranieri. Forse per uno sguardo interpretato male, o per la voglia di attaccar briga degli sconosciuti aggressori, i due gruppi sono venuti alle mani. Sono volati colpi «proibiti»: la zuffa, fulminea ma violenta, si è concluso con la chiamata al 112 e l’arrivo di ambulanza e una pattuglia dei carabinieri.

Ad avere la peggio i tre camerieri del Sushi, tutti di nazionalità cinese: solo uno di loro non ha voluto farsi refertare, rifiutando le medicazioni, ma gli altri due sono finiti in ospedale, uno con la spalla lussata e l’altro con qualche brutta contusione. Ferite comunque lievi: in entrambi i casi la prognosi non supera i 30 giorni, quindi non è stata avviata la procedura d’ufficio per indagini e denuncia.

Ad oggi nessuno ha presentato alcun tipo di querela: come da prassi, hanno 90 giorni di tempo prima che qualsiasi accusa decada.

Deve essere comunque stata una rissa casuale, per motivi futili. La casistica parla chiaro: episodi simili capitano quasi sempre quando l’ora è tarda e il «self control» abbassa la guardia. A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1