CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.09.2017

Bogliaco vuole rinascere
Ma ora il «prezzo» aumenta

Il «waterfront» di Bogliaco: un nuovo bar per la ex biglietteria
Il «waterfront» di Bogliaco: un nuovo bar per la ex biglietteria

Serviranno altri 100 mila euro per la riqualificazione e il recupero (con nuova destinazione a bar) della vecchia biglietteria dell’imbarcadero, davanti al pontile di attracco dei battelli di linea Navigarda, a Bogliaco di Gargnano.

L’AUTORITÀ di Bacino, artefice del progetto e responsabile dei lavori, ha modificato il protocollo d’intesa concordato con il Comune, aggiornando l’importo complessivo dell’opera. Inizialmente stimato sommariamente a 300 mila euro, il progetto è stato rideterminato con la previsione dell’inserimento di micropali da ancorare alle fondamenta del piano terra. Sarà inoltre rivisto il rifacimento della facciata e la dislocazione degli impianti tecnologici.

Per effetto delle modifiche progettuali, anche la ripartizione delle spese è stata inevitabilmente rimodulata: dei 400 mila euro complessivi, saranno a carico del Comune di Gargnano 170 mila euro; altri 150 mila a carico di Regione e 80 mila a carico dell’Autorità di Bacino.

Resta in ogni caso immutata la cronologia degli interventi, programmati dal prossimo mese di ottobre al termine delle attività agonistiche del Circolo vela Gargnano.

La realizzazione del bar in piazza a Bogliaco potrebbe essere il primo passo per dare un volto nuovo alla frazione dopo anni di abbandono, facendola tornare luogo di aggregazione. In previsione anche il rifacimento della pavimentazione di parte della piazza, il fronte a lago tra l’ex imbarcadero e il ristorante Scoglio, grazie a ulteriori 250 mila euro già stanziati in bilancio dal Demanio.

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1