Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 20 novembre 2018

L’altra Centomiglia, in barca col cuore

C’è una Centomiglia «sociale» ad affiancare le regate agonistiche

Mentre sale l’attesa a Gargnano per la Centomiglia velica in programma sabato 8 settembre con lo spettacolare prologo dei Cat M32,i multiscafi della Aston Harald svedese in programma nei prossimi giorni, la 100&venti riserva spazio ad altri significativi momenti. Centomiglia è anche o soprattutto l’occasione per tendere la mano al sociale: grazie alla nuova joint venture con lo Yacth Club Cortina, la Fondazione Terzo Pilastro affiancherà il Circolo Vela Gargnano del neo presidente Lorenzo Tonini nelle attività sportivo-sociali lungo le rive del Garda. Nello specifico saranno due i momenti clou: La Cento People, regata riservata ai progetti nell’ambito culturale, sociale, della scuola e della vela terapia che si svolge in contemporanea con la Centomiglia, e la Childrewindcup, evento che il Cvg propone domenica 16 settembre con Abe (Associazione bambino emopatico) e che vede protagonisti della festa sul lago i piccoli dell’Ospedale dei Bambini del Civile di Brescia, in particolare pazienti ed ex pazienti dei reparti di Onco-ematologia pediatrica con volontari medici e infermieri. Parallelamente continua la collaborazione del Lab Cvg con l’Università di Brescia (Dipartimento di ingegneria Meccanica) per la barca Ecocompatibile, con Garda Uno Lab per l’alternanza scuola lavoro con l’Istituto Bazoli-Polo di Desenzano e con il progetto Vela Scuola della Fiv. •