Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 21 agosto 2018

La furia del vento
distrugge il tendone: a rischio tutte le feste

La tensostruttura di 27 metri per 8 è finita «gambe alla aria» (BATCH)

Il vento che ha imperversato nello scorso fine settimana sul Garda ha causato danni anche al rifugio degli Alpini di Briano, a Gargnano, dove la tensostruttura del Comune, montata nei giorni precedenti per le manifestazioni, è stata distrutta dal vortice d’aria scatenatosi alle pendici del monte Comer.

La struttura, delle dimensioni di 27 metri per 8, è stata letteralmente sollevata dal vento e scaraventata fra il tetto del rifugio e la scarpata retrostante. Costata quasi 20mila euro, la tensostruttura viene utilizzata qua e là durante il periodo estivo dalle varie associazioni per l’organizzazione di eventi o sagre.

In questi giorni sta per essere smontata dagli addetti comunali, e nonostante il tendone risulti danneggiato nella sua quasi totalità, si spera di rimetterlo almeno parzialmente in sesto.

«Speriamo di poter rientrare dall’emergenza - fanno sapere dal municipio - perché sarebbe un brutto guaio per gli eventi programmati sul territorio nei prossimi mesi». In caso contrario tutto sarebbe letteralmente in ostaggio dei capricci del tempo. A cominciare proprio dalla tradizionale festa degli Alpini in programma domenica al rifugio, con ritrovo alle 10, alzabandiera alle 11.15 e pranzo con polenta e spiedo. L.SCA.