Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 11 dicembre 2017

Nasce l’uliveto della solidarietà

Il terreno e il casale al centro del progetto, vicino al Golf Bogliaco (BATCH)

A fianco del Golf Bogliaco, la cooperativa Agri-Coop onlus di Gargnano ha investito su un terreno olivato di due ettari con al centro un casale, per espandere la sua vocazione sociale con una «casa della solidarietà».

«La nostra intenzione - spiega il presidente Franco Capuccini - è di sviluppare un progetto sulla falsariga delle vecchie cascine agricole, proponendo nel nostro caso un modello moderno di casa della solidarietà e valorizzando nel contempo il territorio. L’obbiettivo è inaugurarla l’anno prossimo, nel nostro quarantennale».

Costituita nel 1978, oltre a collaborare per la manutenzione del verde pubblico con vari Comuni (Tignale, Gargnano, Toscolano Maderno, Gardone Riviera e Consorzio Forestale della Valvestino), la cooperativa sta espandendo sempre più l’attività verso le zone dell’ovest della Provincia (si occupa anche della cura del verde pubblico cittadino, zona castello-centro e tutte le fioriere della città).

el frattempo è stato recuperato tutto l’oliveto e pian piano si stanno definendo le altre attività. Oltre ad accogliere la sede amministrativa, ora nella storica sede nell’ex caserma Magnolini di Bogliaco, il fabbricato di tre piani (da 300 mq ciascuno) è destinato ad essere ristrutturato per attività sociali, riunioni o convegni, esposizioni culturali o artistiche. «Svilupperemo soprattutto il nostro dna sociale - sottolinea Capuccini – con orti sociali, vivaistica e punto vendita». Scelte moderne per una realtà che conta una settantina di soci e Per una realtà quella gargnanese che ora conta una settantina di soci e una trentina di inserimenti convenzionati di soggetti in difficoltà a rischio emarginazione. L.SCA.