CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.10.2017

Gli uccidono il cane in casa:
«Ammazzato a bastonate»

I volantini appesi in paese
I volantini appesi in paese

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Manerba. Ci sono dettagli da definire, la dinamica esatta dei fatti da ricostruire ed eventuali responsabilità da accertare. Ma la denuncia è stata fatta e la notizia è stata resa pubblica dal proprietario dell’animale ucciso, attraverso alcuni volantini stampati e appesi in paese. Il fatto sarebbe accaduto mercoledì, nella zona della Pieve, in via della Repubblica, mentre il proprietario era al lavoro.

«Sono entrati nel mio giardino e mi hanno ucciso a bastonate - ha scritto nei volantini, uno dei quali è stato fotografato e postato ieri su Facebook - Non avevo fatto niente di male, ma a qualcuno davo fastidio».

Decine i commenti indignati al post (alcuni dei quali decisamente sopra le righe, come puntualmente accade in questi casi). Tanti gli attestati di solidarietà ricevuti e più di 500 le condivisioni nel giro di pochissime ore (la notizia è stata diffusa attorno alle 15 via social). Senza contare i rimbalzi su pagine esterne a sfondo animalista o ambientalista, o in gruppi più o meno locali (a partire dal frequentatissimo «Sei di Manerba se...»).

LA SPERANZA ovviamente è che qualcuno abbia notato o visto qualcosa nei momenti in cui Miccy sarebbe stata uccisa, che in qualche modo si possa a breve risalire agli autori dell’orribile gesto, perpetrato, stando a quanto si apprende, all’interno di un giardino privato. Per di più alla luce del giorno.

I carabinieri di Manerba indagano e toccherà a loro fare luce sulla vicenda.A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1