CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.09.2017

«Il lungolago è sicuro»
Disposta la riapertura

La passeggiata a lago crollata
La passeggiata a lago crollata

Il lungolago di Desenzano riaprirà a senso unico alternato al traffico veicolare a partire dalla metà della prossima settimana. La viabilità era stata interdetta con un’ordinanza lo scorso 16 agosto a seguito del cedimento strutturale della banchina di fronte a piazza Matteotti, nel tratto compreso tra gli uffici della Navigarda e l’imbarcadero, poi collassata definitivamente il 29 agosto.

Ad annunciare la riapertura il sindaco Guido Malinverno: «Dopo una valutazione tecnica supportata dall’incontro con i progettisti dell’Autorità di bacino, che provvederanno alla risistemazione del tratto di banchina ceduto - ha spiegato il primo cittadino - ho predisposto affinché alla metà della prossima settimana, indicativamente mercoledì o giovedì, si riapra il lungolago a senso unico alternato. Verranno posizionati due semafori che consentiranno di transitare dove attualmente c’è il blocco e dove per ragioni di sicurezza non è possibile procedere su due corsie».

Dopo la riapertura la situazione verrà tenuta costantemente monitorata: «Se ci saranno dei problemi - ha aggiunto Malinverno - provvederemo immediatamente a interdire l’accesso veicolare». La decisione giunge dopo giorni di attenta valutazione, al fine di migliorare la circolazione su tutto il territorio comunale che, dopo la chiusura forzata del lungolago, viveva situazioni di criticità in particolare nelle ore di punta. «Abbiamo voluto riaprire in totale sicurezza - ha concluso il sindaco - dopo aver fatto una serie di accurate valutazioni, ma saremo pronti a richiudere qualora ci sia il benché minimo segnale di pericolo». I lavori di risistemazione del tratto ceduto, ricordiamo, dovrebbero iniziare il prossimo novembre per concludersi al più tardi entro fine febbraio.M.L.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1