CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.10.2017

«Cubo di vetro» alla Rocca
La politica si spacca in due

La Rocca viscontea a Lonato
La Rocca viscontea a Lonato

Sul progetto presentato dalla Fondazione Ugo Da Como per sostituire l’attuale tendone con un edifico stabile in vetro-acciaio all’interno delle mura della Rocca il dibattito è più che mai aperto, in attesa che arrivi in Consiglio comunale la convenzione.

La Soprintendenza si è già espressa favorevolmente, come pure le forze di maggioranza in commissione urbanistica. Il sindaco Roberto Tardani ha sempre rimarcato il valore aggiunto che Rocca e Fondazione hanno nella proiezione turistica di Lonato , sottolineando la « condivisione» del progetto da parte della Soprintendenza.

La consigliera di opposizione Daniela Carassai si è da subito schierata contro il nuovo padiglione ( un parallelepipedo di circa 500 mq ) perché «andrebbe a deturpare ciò che la storia ha lasciato in eredità ad un paese» e si dice preoccupata perché il tutto «non diventi solo un ristorante per matrimoni».

Il Pd, invece, dichiara attraverso il segretario Pier Angelo Casella: «Non ci sentiamo di criticare la scelta in quanto tale, pur non piacendoci, anche perché siamo convinti che tale scelta garantirà un futuro alla Rocca e alla casa del Podestà e gli introiti serviranno per la conservazione».

La lista «Progetto Lonato», con il capogruppo Flavio Simbeni, puntualizza invece come sia totalmente mancato il «coinvolgimento della popolazione mediante conferenze di ascolto, oltre al rammarico dell’approvazione da parte della Soprintendenza quando molte volte è intervenuta con fermezza e sui piccoli interventi dei privati cittadini per edifici non monumentali e di minor pregio». R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1