CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.02.2017

Inquinamento
e contromisure
Il Comune
è sotto scacco

I consiglieri comunali Flavio Simbeni e Andrea Locantore, dei gruppi di opposizione del centrosinistra, hanno depositato una interpellanza per conoscere i motivi che hanno spinto l’Amministrazione comunale di Lonato a non aderire al protocollo regionale per il miglioramento della qualità dell’aria, che prevede azioni mirate contro l’inquinamento localizzato e contro le polveri sottili, attraverso misure temporanee di intervento. Misure come il blocco per alcune classi di veicoli, limitando la circolazione ultimamente dei Diesel «Euro 3» nei momenti di maggior picco dell’inquinamento.

Qui invece niente, dicono i due consiglieri: «A Lonato per una intera settimana – sottolineano Simbeni e Locantore - è stato superato il valore limite ammissibile , anche con picchi di 3 , 4 volte maggiori di Pm10 nell‘aria. Non riusciamo a comprendere perché il nostro Comune come tante altre Amministrazioni non abbia deciso di aderire a questo protocollo visto il tasso di inquinamento presente con polveri sottili dannosissime per la salute».

L’interpellanza sarà discussa nel prossimo consiglio comunale che dovrebbe tenersi non prima della fine del mese. R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok