CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.10.2017

La guerra vista dal fronte
nelle lettere di 16 caduti

Prima guerra: tornano le lettere
Prima guerra: tornano le lettere

Il 5 novembre, per il 99esimo anniversario della fine della Grande Guerra, saranno riconsegnati ai discendenti di 16 dei 51 caduti lonatesi dei Cd con le lettere dal fronte dei loro congiunti, ritrovate dopo una paziente ricerca negli archivi.

L’operazione si è resa possibile grazie all’impegno dell’Associazione Fanti di Lonato, che negli anni ha pazientemente setacciato l’Archivio di Stato di Brescia, dove sono conservate numerose lettere di guerra scritte da soldati bresciani durante la prima guerra mondiale.

A partire dal 2015 infatti il materiale dei caduti bresciani venne chiesto alle famiglie, e coloro che lo consegnarono hanno reso oggi possibile lo studio di queste importantissime testimonianze.

«Abbiamo ricercato i familiari dei 51 caduti lonatesi - spiega il presidente dei Fanti lonatesi, l’ex sindaco Morando Perini - ai quali riconsegnare copia dei documenti che loro non hanno certo mai visto e che in qualche modo gli appartengono. Per 16 di loro siamo riusciti a trovare i rami parentali, per gli altri 35 dobbiamo ncora chiedere un aiuto a tutti i nostri concittadini. Noi siamo in possesso dei nomi: ci piacerebbe per il 4 novembre del 2018 completare questa linea della memoria». Rintracciati per ora i discendenti di questi Caduti: 12 soldati di fanteria, 3 bersaglieri e un alpino.

Dunque erano soprattuttoFanti. «Ma la sproporzioni tra i corpi di appartenenza - spiega Perini - non deve stupire perché anche tra i soldati lonatesi, i caduti della fanteria rappresentarono di gran lunga la maggioranza in quel conflitto». R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1