CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.02.2018

Lonato più pulita col teleriscaldamento

L’ingresso della Feralpi: fornirà il calore per il teleriscaldamento
L’ingresso della Feralpi: fornirà il calore per il teleriscaldamento

Sindaco e Giunta di Lonato in «tournèe» nei quartieri, da giovedì sera, per presentare alla cittadinanza il bilancio di previsione per il 2018-2020 e illustrare l’attività dell’Amministrazione comunale per il triennio. L’agenda prevede incontri giovedì alle 20,30 nella Sala Celesti del municipio per il capoluogo, il 26 febbraio alle 20 a Esenta nella sala Grimm e il primo marzo alle 20 nelle scuole di Centenaro. L’incontro preliminare con i cittadini, prima del passaggio in Consiglio comunale del bilancio, è una consuetudine inaugurata dal sindaco Roberto Tardani: «Se consideriamo la comunità come una grande famiglia è giusto far capire a tutti entrate e spese del Comune. Fra i progetti in campo - spiega il primo cittadino - la convenzione con una multinazionale francese che insieme alla Feralpi darà avvio al progetto di teleriscaldamento, un parco biologico da realizzare insieme alla Fondazione Ugo da Como, il completamento delle lampade a Led». IL TELERISCALDAMENTO è fra i progetti più ambiziosi e sarà discusso entro qualche settimana in Consiglio comunale. «Va nella direzione della tutela della qualità dell’aria, come confermato - spiega Tardani - dall’adesione al Patto dei sindaci per il clima e l’energia. Le nuove normative europee promuovono l’utilizzo di calore di recupero da processi industriali all’interno di sistemi di teleriscaldamento efficienti, pertanto il progetto industriale di Feralpi potrà andare a beneficio del nostro Comune, riducendo i consumi di fonti fossili». Nella prima fase delle opere la rete sarà di 5 chilometri partendo dai forni della Feralpi per poi incanalarsi verso la statale 11 e le vie Regia Antica e Sorattino. Si prevede il collegamento con gli immobili comunali , le scuole pubbliche e private e la Fondazione Madonna del Corlo che gestisce la Rsa e una struttura di riabilitazione. •

Roberto Darra
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1