CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.02.2018

Pepper, dietro al banco un commesso robot

Il robot Pepper davanti a un distributore della «sua» linea di calze
Il robot Pepper davanti a un distributore della «sua» linea di calze

Non ce ne voglia il maestro Isaac Asimov, ma forse nemmeno lui, mezzo secolo fa, avrebbe mai potuto immaginare una cosa del genere: un commesso robot, che studia il cliente e lo guida nella scelta del capo che più gli si adatta; in questo caso un paio (o più paia) di calze. Succederà oggi nel centro commerciale «Il Leone» di Lonato, in anteprima italiana ma anche mondiale (perché mai prima d’ora era stata utilizzata una macchina, anche se molto sofisticata, per le vendite nel settore fashion): «Salve sono Pepper», ripeterà ai clienti il primo social robot umanoide programmato per assistere alla distribuzione dei prodotti presenti nella vending machine di «1177», il brand icona di Calze Ileana (da Carpenedolo) noto proprio per le sue vendite senza negozi e senza commessi, ma con una sorta di distributore automatico di «calze in lattina» (al Leone è al primo piano, dove ci sarà anche Pepper). La simpatica (così dicono) macchina umanoide, alta circa un metro e capace di parlare 20 lingue diverse, non si fermerà a lungo ma solo oggi dalle 15 alle 19 e domani tutto il giorno dalle 11; ma sarà pronta a interagire con i curiosi disposti a farsi «profilare» in circa tre minuti, per poi «farsi guidare in modo divertente ma professionale all’esperienza di acquisto», anticipano nel centro commerciale. Il venditore elettronico sarà in grado di «consigliare l’acquirente in modo autonomo grazie alle informazioni acquisite durante la profilazione iniziale». ROBA DA FANTASCIENZA: Pepper è un automa realizzato dalla Softec spa in partnership con Cisco, un colosso dell’informatica e del networking da 50 miliardi di dollari. Il piccolo robot sarà ovviamente interconnesso alla vending machine, e quasi pensante grazie alla piattaforma di intelligenza artificiale «Orchestra» che connessa a un cloud (una «nuvola» di informazioni aggiornate in tempo reale) permetterà in grande scala di controllare le tipologie di prodotto più vendute nelle diverse location, e in caso procedere a un riassortimento mirato della merce sulla base delle vendite e dei flussi di clienti. LE REAZIONI dei possibili concorrenti umani? Non si annuncia nessuna guerra alle macchine d’ispirazione luddista; almeno per ora. Perché Pepper supporterà una rete di vendita che già oggi, appunto, non conta sulla presenza di commessi e funziona come un distributore automatico. Quindi niente a che vedere con i robot assemblatori della Mercedes, i bot magazzinieri di Amazon o il milione di automi «assunti» dalla Foxconn in Cina. L’ospite elettronico multifunzione resterà nella cittadella commerciale di Lonato solo per poche ore, per farsi conoscere. Ma in questa parentesi sarà comunque controllato a vista, perché non si è mai abbastanza cauti rispetto alle reazioni umane. Niente abbracci allora, ma solo strette di mano. E se ci saranno le prevedibili code, a poca distanza (sempre al primo piano) verrà allestito uno «specchio magico» di oltre 3 metri attrezzato con tecnologia in realtà aumentata per assistere allo spettacolo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1