CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.12.2017

Rapina in villa, tutto il blitz in un video

L’ingresso della villa di Castel Venzago depredata  sabato notte
L’ingresso della villa di Castel Venzago depredata sabato notte

Proseguono in maniera serrata le indagini del nucleo investigativo dei carabinieri di Desenzano, per risalire alla banda di rapinatori che sabato sera ha fatto irruzione a Castel Venzago nella villa di Tomas Federico Rink, razziando preziosi per un valore di 200 mila euro. I rapinatori, che dovrebbero essere in quattro (tre sono entrati nella tenuta e uno sarebbe rimasto fuori dal cancello), al momento hanno fatto perdere ogni traccia. Ma al vaglio delle forze dell'ordine, in queste ore, ci sono i filmati della videosorveglianza privata della villa di via Bottino Basso. Sia quelli di sabato che quelli di venerdì, quando la banda aveva già provato a rapinare la villa di Lonato. Da alcuni filmati della serata di sabato, tra l'altro, comparirebbero i tre banditi vestiti di nero mentre scavalcano il cancello principale della sontuosa villa dell'impresario brianzolo e si dileguano nel buio della notte dopo aver messo a segno la rapina. In queste ore niente viene lasciato al caso. Nella villa, infatti, il reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri ha raccolto alcune tracce lasciate dai rapinatori. Ulteriori tasselli per provare a identificare i malviventi, che sono stati descritti dalla domestica filippina come «giovani e con accento dell'Est Europa». Non viene esclusa, al momento, neanche l'ipotesi di un «basista» che avrebbe aiutato (con supporti logistici) i malviventi prima e dopo la rapina. • V.MOR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1