CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.03.2017

Rubati gli oleandri dall’aiuola dell’Avis

Il monumento dell’Avis: già rubati gli otto oleandri appena piantati
Il monumento dell’Avis: già rubati gli otto oleandri appena piantati

Erano state piantate solo da pochi giorni, nell’aiuola posta a fianco del monumento dell’Avis. Ma evidentemente a qualcuno queste piante di oleandri facevano gola, forse per riempiere uno spazio vuoto del proprio giardino. E così due colpi di vanga e via: rubati tutti gli oleandri .

Ad accorgersi del furto delle otto piante sono stati i residenti del quartiere che si affaccia sulla grande piazza vicino alla minitangenziale.

«È evidente - commenta con amarezza Christian Simonetti, consigliere comunale incaricato alla manutenzione del verde - che non si tratta di un episodio di vandalismo, ma piuttosto di appropriazione indebita di piante comunali. Le piante sono state prelevate delicatamente con tanto di vanga e badile: che le ha portate via non voleva distruggerle e nemmeno danneggiarle. Un vero peccato, perché avevamo appena completato la sistemazione dei giardinetti con un abbellimento generale per l’intera comunità, che si ritrova periodicamente in questa piazza per ricordare i donatori di sangue. Questi gesti ti fanno cadere le braccia».

E adesso? «Ora dovremo pensare cosa ripiantumare - risponde Simontetti - ma certamente non nego che la voglia è di collocare delle piante piuttosto spinose, che creino problemi ai ladri. È il primo caso di furto di verde comunale registrato quest’anno. Episodi simili sono però già accaduti in passato: a qualcuno sembra normale». R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1