CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.10.2017

Sui verbali «fantasma»
della Lonato Servizi
è guerra di carte bollate

Lonato: in Comune è polemica sui verbali della «municipalizzata»
Lonato: in Comune è polemica sui verbali della «municipalizzata»

La vicenda dei verbali della Lonato Servizi, richiesti e non ancora consegnati ai consiglieri comunali di opposizione, sta diventando un «caso» politicamente spigoloso. Il Difensore civico regionale è intervenuto sulla materia, sollecitato dal consigliere comunale di minoranza Andrea Locantore, e ha scritto al Comune intimando di «consegnare quanto richiesto all’istante».

«ALL’ISTANTE», così è scritto: una richiesta perentoria, quella del Difensore civico regionale, che lascia intendere che da parte degli uffici comunali ci sia stata una chiara inadempienza.

MA ANCHE SE l’amministrazione comunale, per voce del sindaco Alberto Tardani, spiega che non c’è nulla da nascondere, che si è trattato soltanto di un problema tecnico, dovuto al «super lavoro» di cui sono oberati gli uffici competenti, la polemica monta. Perchè la richiesta di documentazione presentata dai consiglieri di minoranza è finalizzata ad accertare se, nell’assegnare i contratti per la gestione dei rifiuti, «sia stato fatto o meno l’interesse dei cittadini lonatesi».

Andrea Locantore, eletto in Consiglio con la lista «Progetto Lonato», aveva chiesto il 29 luglio del 2016 di avere copia di tutti i verbali del Consiglio di amministrazione della società Lonato Servizi Srl, una partecipata di proprietà al 100% del Comune, per tutto il periodo dal 2012 al 2016. Ilmotivo: «Questi verbali - spiega Locantore - contengono il perfezionamento dell’accordo con Garda Uno per i costi della raccolta differenziata porta a porta nel territorio comunale con un contratto dal 2013 al 2027 . Vista l’importanza dell’argomento chiediamo semplicemente di poterli leggere, proprio perché non nascano fraintendimenti e tutto sia nella massima trasparenza».

Già a novembre del 2016 tutti i gruppi di minoranza del Consiglio comunale di Lonato avevano inviato una lettera al Prefetto di Brescia per segnalare difficoltà di accesso agli atti. E la situazione a quanto pare non migliora: « Non si comprende l’atteggiamento dell’amministrazione comule – sottolinea in un comunicato stampa il capogruppo di Progetto Lonato, Flavio Simbeni -: ci siamo mossi per poter valutare le scelte che hanno portato alla gestione dei rifiuti con il coinvolgimento di Comune, Garda Uno e Lonato Servizi e capire quanto siano state prese a vantaggio dei cittadini lonatesi».

PRONTA LA REPLICA del sindaco Roberto Tardani, che si dice sdegnato per le allusioni a una presunta mancata di trasparenza, e afferma di non accettare «processi». Il primo cittadino sottolinea come la consegna dei verbali «non sia un atto politico, ma una questione puramente tecnica e amministrativa. Non so i motivi del ritardo - spiega il primo cittadino - ma certamente sono legati solo al lavoro degli uffici, spesso oberati da continue richieste e dalla burocrazia». R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1