CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.08.2017

Un black out interminabile
fa infuriare i negozianti

La grandinata su Desenzano ha avuto effetti collaterali su Lonato
La grandinata su Desenzano ha avuto effetti collaterali su Lonato

La pioggia e il vento non hanno solo causato allagamenti e sradicamenti: a Lonato la bomba d’acqua caduta giovedì ha provocato anche un black out elettrico di 8 ore che ha fatto infuriare i cittadini e soprattutto i commercianti.

Lo stop alla forniture elettriche è durato dalle 15,30 fino quasi a mezzanotte, e gli operatori commerciali hanno prima preso d’assalto il centralino dell’Enel per avere spiegazioni sul protrarsi dell’interruzione, poi hanno postato tutta la loro rabbia sui social. La protesta è però salita a tal punto di tono da far intervenire l’assessore al Lavori pubblici Oscar Papa; per fornire una spiegazione e per cercare, se possibile, di tranquillizzare gli animi.

«La situazione era molto difficile - spiega l’assessore il giorno dopo - perchè non potendo intervenire sul guasto, l’Enel ha dovuto procedere con un collegamento tra due cabine elettriche attraverso un cavo speciale fatto arrivare da Brescia: una linea aerea provvisoria. Il guasto è avvenuto tra la cabina che si trova vicino al giardinetto basso della Fondazione Ugo da Como e quella all’interno del muro della piazza sottostante la Torre civica».

Dati tecnici a parte, è rimasto al buio per ben 8 ore quasi tutto il centro storico del capoluogo; comprese la piazza del municipio e le relative vie. Non solo: niente luce anche nei quartieri di Lonato 2, Filatoio, Lonatino e l’ex statale 11 in direzione per Desenzano. In tilt pure le diverse postazioni semaforiche di Corso Garibaldi e di via Cerutti che portano all’ospedale dei Colli. Il forte vento di questi giorni ha anche strappato i pannelli in legno posti a protezione del palazzo Carpaneda, vicino alla basilica, che versa in uno stato di totale degrado.R.DAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1