Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 26 settembre 2018

Uno strato di asfalto sui cubetti di porfido «Sono recuperabili»

Le «toppe» di asfalto sui cubetti di porfido contestate a Lonato

Catrame a macchia di leopardo sulla pavimentazione in porfido, attorno alla rotonda che dall’elegante viale Roma porta alle scuole medie di Lonato. Sono bastate poche ore dal «misfatto» che sui social sono cominciati a grandinare messaggi di protesta. Commenti duri, che non risparmiano aggettivi anche pesanti, per un’operazione che qualche cittadino non esita a definire «un orribile scempio». «Ma è solo un tamponamento - spiega però il consigliere delegato ai lavori pubblici, Oscar Papa - dettato da una situazione di dissesto del fondo stradale segnalato da diversi cittadini all’ufficio tecnico. Mi rendo conto che esteticamente non è il massimo, ma l’alternativa sarebbe stata chiudere la strada per settimane. In ogni caso, non essendo stata messa nel catrame l’emulsione, i cubetti sono tutti recuperabili». Resta però, secondo Papa, un problema di fondo: «La questione è più ampia - spiega - e ci stiamo interrogando se sostituire tutta la pavimentazione in porfido perché necessita di una costosa periodica manutenzione». •