CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.03.2017

Pochi bambini, San Felice chiuderà l’asilo nido

L’Asilo nido comunale di San Felice: pochi bambini, bisogna chiudere
L’Asilo nido comunale di San Felice: pochi bambini, bisogna chiudere

I bambini sono troppo pochi, l’asilo nido è costretto a chiudere. Succede a San Felice, dove le voci delle ultime settimane hanno trovato conferma ufficiale: il «Gulliver» di via Chiusure chiuderà i battenti alla fine dell’anno scolastico. Carta canta, direttamente dall’albo pretorio del Comune di Manerba: i due municipi hanno trovato l’accordo per la «fusione» dei due nidi comunali causa carenza di iscritti. Sono infatti solo 9 i bimbi iscritti a San Felice, quando la capienza è di 20, e solo 11 a Manerba, con una capienza di 32. I bambini rimasti saranno dunque tutti trasferiti a Manerba, nella nuova struttura che verrà tra l’altro inaugurata proprio in avvio del nuovo anno scolastico.

Per l’amministrazione comunale non è una semplice chiusura, quanto una riorganizzazione: «L’obiettivo è quello di fornire un miglior servizio - spiega Roberto Balzaretti, consigliere di San Felice delegato ai servizi sociali - in un’ottica di efficienza ed economicità, anche alla luce del calo delle nascite. In tale ottica la scuola materna Anna Maria Borghese, appena ristrutturata, istituirà una sezione primavera per i bambini dai 24 ai 30 mesi d’età, per cui resteranno in vigore tutti gli incentivi a favore delle famiglie residenti».

Polemiche inevitabili: «Già due anni fa era stata ventilata una chiusura - attacca Sandra Tarmanini di Idee in Comune - e già ci fu una sommossa dei genitori. Adesso il Comune ha deciso di chiuderlo: è evidente che mancano gli iscritti, ma il una soluzione si sarebbe potuta programmare prima». A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1