Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 19 settembre 2018

Porto Torchio è come nuovo Il restyling ha il vento in poppa

Porto Torchio a Manerba: questa mattina ci sarà l’inaugurazione

Poco più di sei mesi di lavori, un molo rinnovato, ripavimentato, consolidato e allungato di 20 metri con 8 posti barca in più, con nuovi e robusti frangiflutti, un nuovo bagno vista lago al servizio dei turisti e finiture di ultimissima generazione. Verrà inaugurato ufficialmente questa mattina il sostanzioso restyling del Porto Torchio di Manerba, un investimento di circa 770 mila euro (più altri 96 mila per il bagno) equamente suddivisi (più o meno un terzo della somma da ciascuno) tra Comune, Regione Lombardia e Autorità di bacino. UN’OPERA di cui si parla da quasi tre anni (la firma del protocollo risale al dicembre del 2015), che era partita in ritardo sulle previsioni a causa di qualche intoppo burocratico e di varie modifiche al progetto. Adesso però il taglio del nastro è cosa vera, appuntamento alle 11.30 in presenza di sindaco e assessori oltre che dei rappresentanti dell’Autorità di bacino (l’ente che nella pratica si è occupato della progettazione e della direzione lavori). IL RESTYLING nel dettaglio: il nuovo molo è stato prolungato di una ventina di metri, per otto nuovi posti barca (che adesso saranno quasi 100) e la possibilità, probabilmente a partire dal prossimo anno, che al Torchio possano attraccare anche le imbarcazioni del trasporto pubblico «leggero» (quindi niente battelli). Negli ultimi mesi è stata sostituita anche la pavimentazione del molo esistente, che era in porfido e resta in porfido, ma nuovo, a ricoprire la struttura in cemento e ferro. A fianco dell’ampliamento del molo sono stati posizionati anche i nuovi frangiflutti, una barriera verticale sulla base di palancole metalliche che poggia saldamente sui fondali del lago. Infine, il nuovo bagno pubblico: sarà messo a disposizione di bagnanti e turisti, di ultima generazione perché autopulente e senza odori, attrezzato per i portatori di handicap e dotato pure di un fasciatoio per bambini. Ogni ingresso costerà 50 centesimi esatti. •