Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 18 novembre 2018

Per i marinai è tempo di raduno

Il gruppo Anmi di Desenzano curerà la tre giorni di celebrazioni

Sono attesi oltre 800 partecipanti al raduno interregionale dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, in programma a Desenzano dal 14 al 16 settembre. Una tre giorni ricca di eventi a cui parteciperanno le delegazioni di 6 diverse regioni: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. L’evento, patrocinato dal Comune, è stato presentato ieri alla presenza del sindaco Guido Malinverno, del delegato regionale Lombardia sud est dell’Anmi, Gaetano Zanetti, e del presidente del gruppo locale, Domenico Giardinetto. Un’occasione per conoscere da vicino una realtà molto legata al Garda sin dai tempi della prima guerra d’indipendenza. IN CALENDARIO venerdì 14 alle 17 alla galleria civica Bosio l’inaugurazione della mostra interattiva itinerante «Sommergibili in Adriatico», che resterà aperta fino al 23 settembre. Attraverso una serie di pannelli espositivi racconterà la nascita dei primi sommergibili e la loro successiva evoluzione. I visitatori avranno inoltre la possibilità di effettuare una visita virtuale al sommergibile Dandolo, guardare attraverso un periscopio, pilotare un battello, lanciare un siluro e indossare la tuta di fuoriuscita. Sabato 15 alle 9.30 a Palazzo Todeschini spazio alla conferenza «I sommergibili italiani...ai giorni nostri» a cura di Marco Gemignani, docente di storia militare all’Accademia navale di Livorno. Dopo la messa in Duomo, alle 21 il teatro Alberti ospiterà il concerto della banda della Marina di La Spezia. Domenica 16 il raduno vero e proprio con ammassamento al Porto Maratona. Poi la sfilata in centro, la deposizione delle corone e infine l’omaggio ai caduti. •