CHIUDI
CHIUDI

06.01.2019

Buttano Gesù nel lago: non c’è pace per il presepe

La mangiatoia vuota: un altro sfregio al presepe dei Vigili del fuoco
La mangiatoia vuota: un altro sfregio al presepe dei Vigili del fuoco

Niente da fare: l’ignoranza più ottusa non dorme mai. Ieri notte a Salò è stato nuovamente preso di mira il presepio dei Vigili del fuoco e installato sul lungolago Zanardelli. I primi passanti hanno notato nelle prime ore del mattino che la statuina di Gesù Bambino era sparita dalla culla, realizzata all’interno del camion rosso dei pompieri. I soliti idioti l’avevano buttata nel lago, forse disturbati da qualche passante: la statua giaceva nel basso fondale ed è stata facilmente ripescata dagli stessi Vigili del fuoco. A mezzogiorno la statuina era di nuovo al suo posto. Al netto dei commenti indignati di tanti cittadini, rimane l’amarezza per un gesto, in questo caso ripetuto nello stesso luogo, che come sottolineato dagli stessi ragazzi dei Vigili del fuoco salodiani, «manca di educazione e di rispetto, valori ormai persi». ALLA VIGILIA di Natale, forse proprio gli stessi personaggi avevano sfondato i vetri e buttato a terra la statua di Maria. Tre giorni dopo, a Fasano, i vandali hanno devastato anche il presepio realizzato dall’associazione La Rata nel parcheggio di fronte all’ufficio postale e alla parrocchiale, danneggiando numerose statuine.

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1