CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.12.2017

Dal Tar due «bacchettate» contro l’Autorità di bacino

Il Tribunale amministrativo regionale ha esaminato un paio di questioni riguardanti l’Autorità di bacino del Garda, dando ragione ai privati su entrambi i ricorsi. Favorevole la sentenza per Gabriella Lucchini, proprietaria di una villa a Fasano di Gardone Riviera, per il rinnovo della concessione dello spazio demaniale per l’uso di pontile, scaletta, scivolo per natanti, muro a confine e palificazioni. Dopo il diniego del municipio («per contrasto con il piano dei servizi del Piano di governo del territorio», che prevedeva la realizzazione di una passeggiata ciclo pedonale), l’Autorità dava l’ok solo per il muro e i pali. Ma il regolamento regionale dell’ottobre 2015 stabilisce che non è più necessario acquisire il parere del Comune. Al termine della discussione, Gabriella Lucchini, difesa dagli avvocati Silvano Venturi, Gianpaolo Sina e Fiorenzo Bertuzzi, ha ottenuto la bocciatura del provvedimento. A Salò invece una sentenza favorevole, ma beffarda, per la società Garda Yachting Charter di Pietro Scontrino, che gestisce una scuola di vela e di nautica, e dà in locazione imbarcazioni a motore. Aveva chiesto di conservare quattro boe di ormeggio sul lungolago, da utilizzare per i suoi natanti, con delimitazione di uno spazio acqueo di 1.189 metri quadri. Sul rinnovo della concessione, aveva espresso parere negativo il Comune, intenzionata a utilizzare il tratto per l’approdo temporaneo dei motoscafi di turisti provenienti da altre località. La motivazione era stata in sintesi questa: «Il golfo ha assunto un notevole interesse pubblico e l’area oggetto di istanza è posta in posizione strategica» per il turismo in generale. Da lì il no dell’Autorità di bacino. Il Tar però ha dato ragione alla Garda Yachting («l’esercizio della nautica e la fruizione del lago passa anche attraverso il servizio di trasporto delle persone»). Ma è stata una vittoria di Pirro, perché nel frattempo la società ha trasferito le barche a Toscolano Maderno, e si è vista respingere la ben più rilevante richiesta di risarcimento danni. • SE.ZA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1