CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.01.2018

Il dolore all’uscita dall’asilo «Pagano sempre i bambini»

Il piccolo Dominik deceduto dopo il ricovero al Civile di Brescia
Il piccolo Dominik deceduto dopo il ricovero al Civile di Brescia

Sergio Zanca «Siamo tutti sconvolti. Una notizia che non avremmo mai voluto ricevere», commenta la maestra Clementina, della scuola dell’infanzia intitolata ai fratelli Cervi di Salò, frequentata da pochi mesi dal piccolo Dominik. È commossa, e non aggiunge altro. Il bimbo frequentava la sezione rossa, ed era un tipetto sveglio, vivace, dolcemente testardo. Ai suoi compagni non è stato detto nulla: sono troppo piccoli per capire. Qualcuno ha chiesto di lui, e perché non fosse presente. Nemmeno il tempo di rivolgere la domanda, e via a raccogliere una pallina o a nascondere un giocattolo. Perché la vita, all’interno dell’aula, è sempre in movimento, e non ha attimi di calma. Chi arriva alle 16 a riprendere i figli parla sotto voce, stringendone forte la mano. Toglie in fretta dagli armadietti i giubbini o le giacche a vento, saluta, e torna a casa. La tragedia ha toccato chiunque, e colpito anche quanti conoscevano Dominik solo di vista o non lo ricordano affatto, poiché iscritti a sezioni differenti. È un dolore che segna un’intera comunità. «Che disgrazia, pagano sempre i bambini», bisbiglia una donna. E UN’ALTRA: «Mi auguro che quel piccolo angelo dia alla mamma la forza per andare avanti». C’è chi rivolge «un grande abbraccio a entrambi i genitori». La mamma, Adela Cordugnano, chiamata Alessandra, non ha mai abbandonato la camera mortuaria. La sua disperazione è immaginabile. Dopo avere trascorso alcuni anni in Valle Sabbia col marito, si era stabilita in un appartamentino del centro storico di Salò col bambino, che teneva con sé l’intera settimana. Nei mesi scorsi ha lavorato sul lungolago, al Baretto di Ovidio Gorlani, ex calciatore assai conosciuto a livello dilettantistico. Novembre e dicembre li ha passati per un periodo di prova al Banco dei salumi di Rocco, il locale in cima alla Fossa che svolge attività sia di bar che di gastronomia (vende formaggi & affettati). «Qualche giorno fa lei e Dominik si sono fermati qua per la merenda. Li ho visti felici - rammenta Rocco -. Piange davvero il cuore di fronte a drammi simili». Oggi, al termine della cerimonia funebre, il piccolo verrà tumulato a Salò, nel cimitero monumentale che guarda le acque del golfo, e forse cercherò di rendere meno aspre le sofferenze. •

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1