CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.12.2017

La mafia nel turismo: «cartolina» a Minniti

I provvedimenti cautelari antimafia emanati negli ultimi giorni dal prefetto di Verona Salvatore Mulas, che vedono il coinvolgimento anche della sponda bresciana del lago, in particolare sulla gestione di due hotel a Salò, sono sfociati in un’interrogazione parlamentare del deputato bresciano Luigi Lacquaniti. Destinatario è il ministro dell’Interno, Marco Minniti, per conoscere le iniziative di contrasto al fenomeno mafioso sul Garda, in particolare nel settore turistico. «Mafia, Ndrangheta e associazioni di stampo mafioso - scrive Lacquaniti - sono da tempo radicate nel territorio bresciano: sono ben 239 i beni sequestrati alle organizzazioni criminali. Di questi almeno 24 sono sul lago di Garda, dove forte è l’allarme per le infiltrazioni malavitose nelle strutture turistico ricettive e della ristorazione, settore fondamentale per l’economia gardesana, dove attraverso l’uso di prestanome è più facile l’inquinamento del sistema economico». • L.SCA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1