Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
domenica, 17 dicembre 2017

La «metropolitana» del lago
festeggia 190 anni sulle onde

L’Arciduca Ranieri, primo battello a vapore nella storia del Garda (BATCH)

«Entrare nell’ordine di idee di muoversi in modo diverso, provando a utilizzare anche i 370 chilometri quadrati di lago per spostarsi da una località all’altra non solo per finalità turistiche». Così si era espressa la presidente della Comunità del Garda Mariastella Gelmini, rilanciando la proposta di una «metropolitana d’acqua» per spostarsi sulla Riviera.

I CONCETTI, più o meno eno, sono gli stessi formulati 190 anni fa dai vertici della «Società milanese di navigazione a vapore sui laghi del Regno Lombardo Veneto» in occasione del varo a Desenzano dell’«Arciduca Ranieri».

Si trattava del primo battello a vapore del lago di Garda: dopo millenni di vela e remo il servizio si dimostrò subito vitale per il trasporto di merci, posta e persone in assenza di collegamenti stradali.

Sembra incredibile, ma al contrario per lo stesso scopo, quasi due secoli dopo le vie d’acqua vengono rilanciate con forza, non solo a fini turistici, per sopperire all’ormai asfittica viabilità delle due sponde del lago. Anche per questo motivo, non solo nostalgico per appassionati di navigazione d’antan, assume particolare interesse la mostra «1827 I battelli a vapore 2017», organizzata da sabato 23 al 15 ottobre nelle salette Vantini in Municipio a Salò.

L’esposizione curata dal locale Circolo culturale di filatelia numismatica e militaria in collaborazione con Navigarda, Guardia Costiera e il patrocinio del Comune, era stata preceduta il 7 luglio scorso (giorno ufficiale del varo) da uno speciale annullo postale filatelico.

Oltre a numerose cartoline d’epoca e un folder per ricordare questo significativo avvenimento, in mostra anche manifesti e documenti originali sulla navigazione benacense. In esposizione anche il timone originale della nave storica Zanardelli e altro materiale storico fornito da Navigarda per arricchire ulteriormente la mostra. Presentazione sabato alle 16.30, segue taglio del nastro.

Orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 15 alle 18. Sabato e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.