CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.07.2018

Villa Barbarano e Villa Gemma diventano cliniche extra large

La casa di cura Villa Barbarano: ampliata per 10 milioni di euro
La casa di cura Villa Barbarano: ampliata per 10 milioni di euro

Con un investimento superiore ai 10 milioni di euro, è stato completato il riassetto e l’ampliamento di Villa Barbarano, la clinica passata a 93 posti letto, che porta lo stesso nome della frazione di Salò in cui si trova. L’inaugurazione ufficiale avverrà in autunno. Al tempo stesso è programmato il restyling di Villa Gemma (80 posti) a Fasano, nel territorio di Gardone Riviera. Le due strutture sono le uniche case di cura del medio-alto Garda bresciano. Vista la posizione strategica, l’evoluzione rappresenta una notevole opportunità per il territorio. PIÙ SPAZIO agli ambulatori, strumenti diagnostici terapeutici di ultima generazione (Rmn total body, Tac e Rx a bassa emissione di radiazioni, laserterapia dermatologica e ginecologica, ecc.), servizi di accettazione e prenotazione ottimizzati: il tutto servirà a potenziare l’offerta delle prestazioni sia in regime di Servizio sanitario nazionale che privato. Le stanze sono singole e doppie, con terrazzo quasi tutte vista lago. L’attività di riabilitazione neurologica, ortopedica, cardiologica e respiratoria viene integrata da alcune novità, come la riabilitazione robotizzata, realtà virtuale e immersiva, terapie fisiche antalgiche e di stimolazione moderne. Ed opera in rete con importanti partner scientifici. Un progetto individualizzato, mirato al miglioramento della qualità di vita e delle performance dei pazienti affetti da patologie croniche o nell’immediata fase post acuta, viene attuato da una equipe multi disciplinare specialistica con programmi che verranno poi continuati dopo la dimissione. «L’obiettivo –spiega il direttore generale Luciano Manzini- è di rafforzare le sinergie con i medici e le altre strutture della zona per facilitare la presa in carico del paziente e l’accessibilità ai servizi. Abbiamo puntato sull’eccellenza dei professionisti, dedicando particolare attenzione al miglioramento degli ambienti, attraverso il design e il comfort, all’accoglienza e alla qualità della cucina, conciliandola con esigenze dietologiche. All’inaugurazione ufficiale dell’ampliamento e del riassetto delle due case di cura, con la nuova ala per le degenze, i nuovi ambulatori e la nuova strumentazione, presenteremo il piano strategico che coinvolgerà i medici del territorio, anche attraverso la proposta di percorsi personalizzati». E un’opportunità da cogliere riguarda il turismo medicale, che può rappresentare una risorsa strategica. La Regione promuove all’estero il sistema sanitario della Lombardia, per attrarre la domanda di cura da parte di quei vacanzieri che, oltre a prestazioni cliniche, richiedono servizi ricettivi e culturali di alto livello. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1