CHIUDI
CHIUDI

12.01.2019

Sottopassi d’autore, il progetto decolla

L’artista Gjergj Kola davanti a uno dei murales realizzati a Limone
L’artista Gjergj Kola davanti a uno dei murales realizzati a Limone

Da grigi e anonimi, a colorati ed espressione di creatività. I sottopassi stradali della Gardesana a Limone stanno rinascendo in queste settimane grazie all’idea dell’amministrazione comunale, che ha deciso di trasformare luoghi pubblici in spazi dove cittadini e turisti ospitati ogni anno possano ammirare ciò che li aspetta scendendo in paese. Sottopassi d’autore, verrebbe da aggiungere. Grazie al Comune e all’artista albanese Gjergj Kola, gardesano d’adozione e anima vibrante internazionale che espone i suoi lavori in molti paesi del mondo e in gallerie e musei di Europa, Asia, Africa e America. «DOPO UN’ESTATE dedicata allo studio di Limone e dei suoi personaggi - racconta in un momento di pausa - ho iniziato a dipingere questo primo sottopasso - a fianco dalla fermata degli autobus, nei pressi del palazzo Congressi - Poi sarà la volta di quello all’inizio del paese». Sette le tematiche illustrate, non certo i vizi capitali: piuttosto le virtù di un borgo di poco più di un migliaio di anime capace di attrarre folle di turisti. «In questo sottopasso - illustra Kola - ci sono quattro composizioni dedicate alle attività sportive per le famiglie, alla cultura e alla musica, al paesaggio e all’equilibrio tra natura e uomo. Nell’altro sottopasso invece ci saranno le limonaie, un’immagine notturna di Limone con i fuochi d’artificio e i ritratti di alcuni residenti nelle loro occupazioni quotidiane». Scorci di vita che Gjergj Kola immortala nelle ore più «calde» della giornata, quando la luce del giorno entra decisa nel sottopasso e il suo braccio si sposta sulla parete con velocità e competenza, riprendendo efficacemente dettagli, colori e sfumature tracciati in precedenza sui disegni preparatori delle opere. «L’idea iniziale - spiega il sindaco di Limone Franceschino Risatti - era di invogliare la gente a utilizzare nella maniera adeguata i sottopassi, non come purtroppo accade nella stragrande maggioranza dei casi. Poi invece ci siamo fatti prendere felicemente la mano e tra qualche mese diventeranno una nuova attrazione turistica per il paese». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.SC.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1