Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 23 ottobre 2017

Il borgo di Gaino si veste
da «Albero degli zoccoli»

Costumi tradizionali e oggetti d’epoca per la «scenografia» di Gaino (BATCH)

Può un intero paese catapultarsi indietro nel tempo proponendo ai suoi visitatori i mestieri, le usanze e i sapori di una volta? Accade stasera e domani a Gaino, borgo collinare di Toscolano Maderno con «Du pass a Gaì», l’evento organizzato da Stars Association e il gruppo «Amici de Gaì» per offrire uno spaccato della vita dei tempi passati.

Uno scenario da «L’albero degli zoccoli», lo struggente e pluripremiato film di Ermanno, Olimi che raccontava la perduta civiltà contadina di un secolo fa: anche qui sono rappresentate con maestria quelle atmosfere, con gli abitanti in costume d’epoca tra i vicoli, le strade e gli scantinati, raccontando nella stessa maniera di fame, polenta, latte e vite agre.

Proprio questa sera dalle 20 alle 23 è allestito il percorso culturale con scene di vita reale, vestiti, oggetti tradizionali, arredi, mestieri, documenti in esposizione, fotografie. Tutto andrà in replica anche domani dalle 19 alle 23 con i piatti e le pietanze rigorosamente proveniente da ricette contadine preparate dall’osteria Cantagai.

In caso di maltempo la serata di sabato è rimandata a domenica. L.SCA.