CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.02.2018

L’albergo diffuso guadagna «camere»

L’affollata assemblea per presentare il progetto «albergo diffuso»
L’affollata assemblea per presentare il progetto «albergo diffuso»

Punta forte la gente di Toscolano Maderno sul progetto dell’Albergo Diffuso alla frazione di Cecina. L’affollatissima assemblea pubblica di martedì sera, organizzata per verificare la reale disponibilità dei proprietari di case alla gestione di questo nuovo modello di «turismo sostenibile», ha riscosso consensi e numerose nuove adesioni. «Sono davvero soddisfatto dell’interesse di tanta gente - commenta Ermanno Benedetti, l’architetto del “progetto pilota” con Micol Dusi -: sarebbe la prima esperienza in tutta la provincia. Oltre alla dozzina di proprietari di abitazioni in paese che nei mesi precedenti hanno manifestato la loro disponibilità, altri durante l’assemblea pubblica hanno manifestato interesse. Tra questi anche alcuni tedeschi proprietari di abitazioni a Cecina». Qualcun altro invece, proprietario di un oliveto a balze che dal borgo scende fino sulla riviera, ha manifestato la volontà di mettere a disposizione dell’albergo diffuso la sua «balconata» a lago. IL PROSSIMO STEP? Ovviamente il passaggio notarile delle consegne dagli eredi al Comune di Casa Campanardi, l’immobile in centro al paese destinato a diventare il quartier generale delle varie attività del progetto di sviluppo sostenibile, che prevede di accogliere i turisti in case vacanze o alloggi condivisi con la popolazione residente della frazione di Cecina. La cessione in convenzione dell’edificio costituirà a tutti gli effetti la «posa della prima pietra» di questa singolarissima iniziativa turistica. «A breve poi, diciamo entro fine febbraio - spiega Benedetti - formalizzeremo con una firma di tutti i privati, la manifestazione di interesse. Poi entreremo nella fase operativa vera e propria. Io con il completamento della prima parte dedicata alla formazione del “progetto pilota” avrei esaurito l’incarico - afferma l’architetto Ermanno Benedetti - ma proprio perché la vicenda sta assumendo sviluppi interessanti, non mi farò da parte, cercando di agevolare questo passaggio e l’evolversi della vicenda». Visti i tempi, sembra improbabile un’apertura per la prossima estate. Ma la macchina si è messa in moto: se tutto procederà senza imprevisti, il 2018 verrà impiegato per la sistemazione degli immobili con inaugurazione ufficiale nell’estate 2019 del primo «albergo diffuso». • L.SCA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1