Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 17 novembre 2018

Scatta la Torri-Maderno: a nuoto «coast to coast»

La «flottiglia» dei nuotatori torna in acqua per la Torri-Maderno

Tornano in acqua oggi pomeriggio gli squali del Benaco nella nona edizione della traversata a nuoto da Torri sulla sponda veronese a Maderno, per l’occasione primo trofeo «Acque Libere» organizzato dalla veronese Sport Management spa. All’ormai classicissima del lago sono previsti un centinaio di atleti anche se il numero, in virtù delle condizioni meteo, è subordinato alle ultime iscrizioni previste fino ad un’ora prima della partenza, prevista alle 15.30 dal porto di Torri del Benaco. I CHILOMETRI da percorrere a nuoto saranno come sempre sette, da sponda a sponda, di una manifestazione di nuoto in acque libere definita probabilmente a ragione la più bella del Nord Italia tra le manifestazioni di questo tipo. Lo scorso anno fu Matteo Cipani, nuotatore di Salò, a sbaragliare la concorrenza, aggiudicandosi la maratona in acqua col tempo di un’ora 44 minuti e 59 secondi. Già terzo nell’edizione 2016, nel 2017 il portacolori della Canottieri Garda tenne testa alla concorrenza già dalle prime bracciate dopo la partenza nelle acque veronesi fino all’arrivo trionfale sulla spiaggia dell’ex campo ippico di Maderno. PER I MENO ALLENATI il tempo limite è fissato per le 19. Come sempre imponente e professionale, per la sicurezza degli atleti, sarà lo schieramento delle forze dell’ordine al seguito della gara coordinato dalla Guardia Costiera. Il tragitto è impeccabilmente segnalato da boe da regata e barche d’appoggio così da creare una corsia necessaria all’atleta per seguire la rotta ideale.