Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
martedì, 17 ottobre 2017

Univela
rende onore
alla figura
di Mankin

In occasione della terza prova dell’«Italia Cup 2017» della flotta del singolo Laser, che nello scorso fine settimana ha radunato a Campione più di 300 velisti, il Centro velico federale di Univela ha voluto ufficialmente intitolare tutte le aule della sua scuola di addestramento al velista ucraino Valentin Mankin, un personaggio chiave della vela azzurra, che più di tutti si era battuto per realizzare il Centro di preparazione olimpica del lago.

Nel corso della cerimonia sono intervenuti diversi relatori qualificati per ricordarne la figura: Francesco Marrai, azzurro a Rio de Janeiro, Amos Vacondio, direttore di Univela Sailing e il giornalista Luca Bontempelli, hanno tracciato un sintetico ma significativo profilo di Mankin, illustrando la sua vita di atleta dell’ex Unione Sovietica in piena Guerra fredda. Raccontando delle sue quattro partecipazioni olimpiche, la sua grande umanità messa successivamente a disposizione dopo gli anni ’80 della squadra olimpica italiana di vela, di cui Valentin fu a lungo il direttore sportivo. Scomparso il 1° giugno del 2014 all’età di 75 anni, Mankin ha vinto in carriera tre ori e un argento alle Olimpiadi, unico velista ad aver vinto l’oro in tre classi diverse. L.SCA.