CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.01.2015

Piano cave, scontro senza fine

Le cave di Botticino
Le cave di Botticino

La revoca del Piano cave ha infiammato l’ultima seduta dell’anno del Consiglio comunale di Botticino. Non è bastato un dibattito fiume di due ore per far cambiare idea alle minoranze «Per cambiare Botticino» e «Laboratorio Civico per Botticino» che hanno votato contro il documento. «L’esigenza di spostamento a monte di due unità di cava definito dal piano precedente aveva determinato il superamento del perimetro dell’Ambito estrattivo 03 - ha spiegato il sindaco di Botticino Donatella Marchese - questo avrebbe imposto di assoggettare a Via l’eventuale variante sostanziale, con un aggravio di costi e tempistiche, oltre all’incertezza sull’esito positivo dell’iter».

Condizioni che hanno portato a valutare soluzioni alternative alla luce anche del fatto che la prevista realizzazione della viabilità esterna al bacino e fuori dal perimetro dell’Ate oltre ad esporre il progetto ad una problematica di natura ambientale avrebbe implicato per il Comune una spesa di circa 2 milioni di euro. Ora la maggioranza si è presa altro tempo per ponderare la strada migliore da scegliere in occasione dell’emanazione dei bandi. Motivazioni che non sono bastate per convincere le opposizioni. «Questo è il funerale del giacimento marmifero, mentre il precedente piano dava una prospettiva di sviluppo per il bacino ora non l’ha più e siamo preoccupati per i risvolti che la situazione potrà prendere: la nostra non è una contrarietà a priori ma basata su motivazioni fondate e dopo un’analisi di quanto compiuto dalla compagine di maggioranza in un anno e mezzo dal suo insediamento», ha sottolineato Gianbattista Quecchia capogruppo di «Per cambiare Botticino».

«Le vostre valutazioni sono superficiali, tardiva la preoccupazione e raffazzonata la proposta presentata: in 19 mesi non avete coinvolto operatori, minoranze e cittadini in un percorso partecipativo che invece sarebbe stato opportuno e solo dopo le sollecitazioni delle minoranze avete parzialmente aperto alla possibilità di un confronto con un vostro emendamento frettoloso» ha rimarcato Quecchia, lamentando le troppe imprecisioni, mancanze ed incertezze.A.SCA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1