CHIUDI
CHIUDI

27.09.2014

L'asilo esce dall'oblio Ristrutturazione al via

L'ingresso dello storico edificio di via Leonardo Da Vinci
L'ingresso dello storico edificio di via Leonardo Da Vinci

A quasi cinque anni dalla chiusura sono cominciati i lavori di ristrutturazione e adeguamento dello storico edificio posto all'imbocco di via Leonardo da Vinci a Rezzato che ospita l'asilo «Tommaso Alberti» e la sede della banda comunale. I ponteggi hanno ormai cinto la struttura che si trova in stato di abbandono da diversi anni, affinché gli alunni possano rientrarvi in occasione dell'anno scolastico 2015-2016.
La ristrutturazione della scuola era stata inizialmente prevista per il 2010, quando il Comune aveva provveduto a spostare gli alunni nella nuova ala dell'asilo «Aldo Moro», ma il patto di stabilità interno aveva subito bloccato i finanziamenti già messi in bilancio per l'intervento.
SOLO GRAZIE al provvedimento varato prima dell'estate dal governo Renzi i fondi comunali destinati alla messa in sicurezza degli edifici scolastici sono stati liberati dal giogo del patto di stabilità.
Il complesso, realizzato in due tempi tra l'inizio degli anni '40 e gli anni '60, e quindi tutelato dalla Soprintendenza come immobile storico, sarà in un primo momento adeguato alle più recenti norme antisismiche attraverso il rinforzo delle pareti perimetrali e il rifacimento dei muri portanti, delle fondamenta e del tetto.
Tra gli interventi previsti, oltre all'adeguamento degli impianti idraulici e elettrici, vi sono anche azioni finalizzate al risparmio energetico: la pareti saranno isolate termicamente e in un secondo momento saranno predisposti sul tetto dei pannelli solari. Il costo dell'operazione, che si aggira intorno ai 720 mila euro, è per lo più finanziato da fondi comunali e per una parte anche da un contributo regionale. Tutti soldi questi che il Comune da tempo aveva in cassa, ma che solo ora è autorizzato a spendere.
Soddisfatto dell'intervento il sindaco Davide Giacomini: «La ristrutturazione dell'asilo Alberti è attesa da anni e rappresenta un'opera importante per tutta la comunità: non solo il centro di Rezzato tornerà ad avere una scuola dell'infanzia, ma la scuola sarà ora ospitata in una struttura sicura ed energeticamente efficiente».
Interessata dai lavori sarà anche la sede della banda comunale, la quale è stata provvisoriamente sistemata nei sotterranei della scuola Tito Speri in attesa che si possano individuare anche degli spazi destinati agli alunni dell'accademia musicale. L.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1