Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 23 ottobre 2017

Tangenziale sud
Il limite dei «70»
ha le ore contate

Il rettilineo a tre corsie che in direzione Brescia corre a fianco delle Rondinelle: il limite di velocità tornerà ad essere di 110 chilometri orari (BATCH)

Alla fine ha vinto il buonsenso. Sulla tangenziale sud non si rischierà un altro caso Goitese, dove l’autovelox in pochi mesi ha castigato la bellezza di 48 mila automobilisti.

Dopo mesi di proteste, a pochi giorni dal servizio di Bresciaoggi sul problema del repentino abbassamento del limite di velocità in tangenziale sud e annesso nuovo autovelox sul cavalcavia di Roncadelle, arriva l’atteso intervento correttivo del settore Manutenzione Strade della Provincia di Brescia.

LA VICENDA. Ogni giorno gli oltre 20mila veicoli che percorrono la tangenziale sud in direzione del capoluogo provenienti dal raccordo Brebemi, dalla Sp11 e dalla Sp510 Sebina Orientale, appena prima del centro commerciale «Le Rondinelle» di Roncadelle, dove la strada è completamente dritta e a tre corsie, si ritrovavano un cartello che avvisava che nell’arco di 350 metri il limite scenderà a 70.

Una prescrizione che scatta tra i due cavalcavia che si trovano in direzione Brescia, appena prima del secondo, quello da cui poi nasce la mini-bretella di innesto nella tangenziale sud del traffico proveniente da «Le Rondinelle» e su cui è stato posizionato il nuovo autovelox. A tutto ciò si aggiunge il fatto che il cartello di segnalazione che sul cavalcavia da anni avvisa della presenza dei controlli della velocità è da tempo coperto. Come appurato da Bresciaoggi, quell’autovelox non viene però usato per multare, ma per ora è utilizzato dalla Polizia Provinciale solo per rilevazioni statistiche.

STATISTICHE che hanno evidenziato che solo poco più del 16% dei veicoli in transito ha rispettato il limite dei 70 chilometri orari fissato dal cartello. Una situazione, insomma, di forte pericolo per la forzata convivenza tra automobilisti, autotrasportatori e motociclisti che si muovono a velocità molto diverse. Uno stress aggiuntivo per coloro che provengono dal raccordo Brebemi, visti gli attuali lentissimi tempi di percorrenza nel tratto compreso tra Travagliato e l’innesto in tangenziale sud a causa degli imponenti lavori di potenziamento del raccordo e del conseguente abbassamento dei limiti di velocità fino a 40 chilometri orari (con tra l’altro anche la presenza di diversi autovelox fissi della Polizia Stradale).

Ora però il Broletto è intervenuto.

«Il nostro settore Manutenzione Strade - spiega il comandante della Polizia Provinciale Carlo Caromani - ha deciso di innalzare il limite di velocità su quel tratto da 70 a 90. Un limite che è comunque provvisorio e che, entro la fine del mese, non appena saranno stati installati i tre maxi-portali di segnalazione dell’uscita per i centri commerciali, verrà ulteriormente innalzato fino a 110. Dopo un periodo di sperimentazione e una campagna informativa - conclude Caromani - inizierà a funzionare e a elevare contravvenzioni anche l’autovelox provinciale del cavalcavia di Roncadelle».