CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.12.2017

Alta tecnologia sulla
Iseo-Edolo. I treni sono
a prova di collisione

Da ieri l’intera tratta della Brescia-Iseo-Edolo è dotata di un sofisticato  sistema anti-collisione
Da ieri l’intera tratta della Brescia-Iseo-Edolo è dotata di un sofisticato sistema anti-collisione

La linea Brescia-Iseo-Edolo di Ferrovienord supera l’ultima frontiera della sicurezza affidandosi all’altissima tecnologia. Da ieri è attivo sull’intera tratta l’Ssc, acrononimo il Sistema di supporto alla condotta per la circolazione ferroviaria, una sorta di tutor elettronico per il macchinista. Lo strumento già operativo sui convogli ad alta capacità, è destinato a esaltare l’efficacia dei sistemi automatici già attivi su treni che collegano la città alla Valcamonica passando dal Sebino. Il gestore ha coperto gli ultimi segmenti ancora sprovvisti dell’Ssc, ovvero i tratti Pisogne-Edolo e Bornato-Rovato. Il sistema era già attivo tra Brescia e Iseo e tra Iseo e Pisogne. Al Blocco automatico a correnti Codificate (Bacc) e al Blocco conta assi (Bca), si aggiunge dunque l’Ssc che consente di verificare se il comportamento del macchinista sia coerente con le caratteristiche della linea e con i segnali. Ad esempio, in caso di superamento di un segnale rosso o della velocità massima, si attiva di default la frenatura del treno. «La sicurezza è un tema di primaria importanza e per questa ragione siamo impegnati a dotare la nostra rete dei sistemi di controllo più adatti ed efficaci - spiega il presidente di Ferrovienord Andrea Gibelli -. Abbiamo rispettato ancora una volta il piano dei lavori previsto, completando l’intervento nelle tempistiche che ci eravamo prefissati, ovvero la fine del 2017». SOTTO LA SUPERVISIONE del direttore d’esercizio, Andrea Bino, i lavori sono stati completati e da oggi dunque il 100% del traffico sulla linea di 108 chilometri Brescia-Iseo-Edolo è coperto dal nuovo sistema. L’investimento complessivo è stato di circa 7 milioni di euro, parte di un finanziamento di 45,3 milioni garantito da Regione per l’intera rete Ferrovienord. Nel monte risorse è compreso anche l’adeguamento dei convogli più datati alla tecnologia Scc. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1