CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.09.2017

Carabinieri per il lago
Assegnato l’equipaggio
della nuova motovedetta

Assegnato l’equipaggio: i carabinieri tornano sul lago d’Iseo
Assegnato l’equipaggio: i carabinieri tornano sul lago d’Iseo

La motovedetta dei carabinieri era tornata sul Sebino il 10 giugno, con un accordo con le Province di Brescia e Bergamo: una pilotina con i colori dell’Arma, affidata al nucleo volontariato e protezione civile della sezione Carabinieri «Caduti di Nassiriya» di Grumello del Monte guidato dal brigadiere Cesare Miniaci.

Ora un’altra bella notizia, che arriva da Roma: al lago d’Iseo è stato assegnato definitivamente anche l’equipaggio, formato da carabinieri che entreranno in serfizio effettivo da ottobre.

Altra notizia: la motovedetta, una Rio Cc630, sarà intitolata ai Caduti di Nassiryia domenica 24 settembre nel porticciolo di Predore, dove si trova la sua base, con una cerimonia cui parteciperanno vedove e familiari dei caduti nella guerra in Iraq, il cappellano militare Don Tiziano, autorità religiose e civili.

L’imbarcazione è arrivata da Chioggia grazie a Massimo Bertelli, titolare della nautica Bertelli di Paratico, che l’ha messa a disposizione del gruppo di Grumello, in cui operano volontari in grado di pilotarla e due sommozzatori, che consentono il servizio oltre il fine settimana. Il servizio è partito a giugno, dopo che l’imbarcazione è stata rimessa a nuovo, con lo scafo dipinto con i colore dell’Arma e il motore marino, usurato, sostituito da un motore rimesso a nuovo per acque dolci.

I volontari, in accordo con i Comuni e l’Autorità di Bacino che da anni chiede il ritorno della motovedetta nel porto di Iseo, durante l’estate hanno controllato il lago e i colori dell’Arma si sono rivelati efficaci a scoraggiare comportamenti a rischio.

DAL COMANDO di Roma è intanto arrivata la comunicazione dell’assegnazione il 1 ottobre di un equipaggio che consenta alla motovedetta dei Carabinieri di riprendere servizio sul lago. La notizia è stata comunicata questa mattina all’Autorità, quando l’incontro sulle alghe con l’assessore regionale all’ambiente Claudia Terzi si era appena concluso. Il presidente Giuseppe Faccanoni commentando la notizia ha dichiarato: «È la seconda buona notizia del giorno: mi auguro di vedere presto la motovedetta per il cui ritorno mi sto battendo da anni». G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1