CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.09.2017

Agricoltura:
un indirizzo
innovativo

La dirigente dell’istituto Einaudi di Chiari Vittorina Ferrari ha accolto con grande soddisfazione il finanziamento di 1,3 milioni di euro necessario ad ampliare il polo scolastico.

Presentato in primavera dal presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli, intervenuto proprio all’Einaudi, il progetto è stato possibile grazie all’aumento degli spazi destinati proprio ai nuovi indirizzi che pretendono aree coltivabili aggiuntive. Il tutto per merito anche del Comune, proprietario di un’area di 8.500 metri da tempo non oggetto di interessi di acquisto da parte di privati. Si tratta di un verde non urbanizzato, pertanto adatto alla coltivazione. Per tale superficie il Comune ha percepito 700 mila euro. Si potenzierà così il corso di studi in agraria inaugurato circa tre anni fa, che annovera anche un indirizzo in scienza vitivinicola.

I LAVORI consentiranno di ricavare una sorta di cascina all’interno del complesso scolastico, dove i ragazzi potranno apprendere i segreti della vigna e della coltivazione in generale. A questo si affiancheranno tecniche di allevamento come quello delle api, già avviato in via sperimentale lo scorso anno scolastico. Per l’Einaudi e per Chiari questo potenziamento finisce per essere un baluardo anche rispetto all’espansione edilizia, trasformando Chiari in una città a vocazione agricola almeno dal punto di vista scolastico. Chiari peraltro annovera aziende tra le più grandi della provincia. E forse è per questo che la Provincia ha ipotizzato anche l’attivazione di una facoltà di agraria proprio nel complesso Einaudi.M.MA.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1