CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.01.2018

Il lavoro di pusher era stagionale: fratelli in manette

I carabinieri di Chiari
I carabinieri di Chiari

Dall'Albania all'Italia per spacciare e rientrare a casa dopo un mese con un bel gruzzolo di soldi. È la nuova forma di «lavoro stagionale» illegale scoperta dai carabinieri di Chiari in un anno di indagini coordinate dalla Procura e concluse con cinque misure cautelari: tre arresti e due divieti di dimora nella provincia di Brescia. A capo del gruppetto criminale che, secondo gli elementi raccolti dai militari aveva movimentato oltre mille cessioni di cocaina, c'era un pregiudicato 25enne residente a Chiari. Un perno attorno al quale ruotavano gli altri due arrestati: il fratello di 18 anni, incensurato e in possesso di un permesso di soggiorno scaduto e un 26enne, loro connazionale, residente a Rudiano, censurato, anche lui con permesso di soggiorno scaduto. LA COMPLESSA attività di indagine svolta «alla vecchia maniera» grazie alla conoscenza del territorio e delle persone che lo popolano, ha permesso di ricostruire il quadro consolidato dei rapporti negoziali gestiti negli anni dal 25enne e il metodo con il quale soddisfaceva le richieste dei clienti, cercando di garantirsi l'operatività. L'albanese faceva arrivare in Italia giovanissimi connazionali incensurati con il visto turistico di un mese, tempo durante il quale prestavano la loro manodopera per far poi ritorno in Albania con i soldi guadagnati dallo spaccio. Nei vari arresti eseguiti dagli investigatori sono state sequestrate circa 20 dosi di cocaina che venivano vendute a 40 euro l’una. I pusher fermati non giravano quasi mai con più di 2 o 3 dosi in tasca per poter ricadere, eventualmente scoperti, nell’ipotesi delittuosa di minor entità che non avrebbe aperto loro le porte del carcere. Oltre ai due fratelli albanesi e al loro amico finiti in carcere, i carabinieri, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno notificato il divieto di dimora nella provincia di Brescia a due loro connazionali di 27 e 49 anni. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1