CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.12.2017

La chiesetta dell’ospedale ritorna all’antico splendore

La chiesetta dell’ospedale
La chiesetta dell’ospedale

Il direttore generale dell’Asst Franciacorta ha riaperto la chiesa dell’ospedale Mellini di Chiari, chiusa da alcuni mesi per riparare il tetto e metterla in sicurezza, come il corridoio che collega l’ingresso alla parte nuova del nosocomio. La chiesa ha richiesto un doppio intervento, il primo per prevenire gli effetti della caduta di calcinacci all’interno della struttura, il secondo più complesso per sostituire il tetto, rimasto a lungo senza manutenzione. Le chiavi della chiesa sono state consegnate giovedì mattina al cappellano per consentire di allestire il presepio. Dopo il trasferimento temporaneo nell’aula magna dell’ospedale, i lavori della chiesa sono iniziati con la messa in opera di tiranti tra le pareti per garantire la stabilità. Sono proseguiti con il rifacimento del tetto che, senza manutenzione, non essendo più impermeabile ha provocato infiltrazioni nel soffitto e nelle pareti. Per evitare che nei prossimi mesi possano cadere sui fedeli dei calcinacci dal soffitto, ammalorato dalle infiltrazioni, sotto i tiranti è stata collocata una soletta di lamellare con un telo, dove si fermeranno fino a quando l’umidità sarà scomparsa. Smontato il ponteggio, la chiesa dell’ospedale ritinteggiata e ripulita è pronta per le celebrazioni natalizie, per chi dovrà trascorre le festività in ospedale. Sistemata la chiesa, sono iniziati i lavori di tinteggiatura del lungo corridoio che dovrebbero essere finiti prima di domani, vigilia di Natale. • G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1