Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
giovedì, 18 gennaio 2018

La Latteria saluta tutti dopo 42 anni di attività L’addio affidato ai «social»

Chiari perde la storica latteria: giù la saracinesca dopo 42 anni (BATCH)

Qualunque sia il motivo della chiusura, o i motivi, la cosa certa è che Chiari perde un baluardo importante del suo commercio, in termini di «negozi di vicinato». CON LA FINE DELL’ANNO ha chiuso la Latteria, progetto che dal 1975 a oggi era stato portato avanti da Silvana Bonassi. Un lapidario messaggio su Facebook lascia tutti di sasso e conferma una Chiari sempre meno al dettaglio, sempre meno di qualità: chiudono 42anni di attività straordinaria, portati avanti da una donna con carattere e forza per affrontare crisi e continue aperture della grande distribuzione. Gastronomia, latteria, ma soprattutto un luogo in cui ritrovarsi per fare quattro chiacchiere: questo sono le «latterie», un punto di ritrovo. Un inizio d’anno, per Chiari, decisamente triste e involuto che descrive pienamente l’emergenza dei nostri cento storici. Un pezzo di storia imparagonabile ai capannoni dei supermercati, che pure devono fare i conti, a loro volta, con l’avanzare pauroso di Amazon e altri colossi del commercio on line. IN LATTERIA, per anni Bonassi ha combattuto con continue aperture di medie superfici, sopravvivendo rispetto a chi ha gettato l’ancora e ha lasciato la propria storica attività. Recentemente a Chiari ha aperto una nuova sede il Penny Market, quasi raddoppiando la propria offerta. Forse un caso, ma proprio ora è arrivata la chiusura di un negozio più volte premiato e riconosciuto anche dal Comune L’assessore al commercio Domenico Codoni dopo l’ultima apertura di un supermarket aveva commentato: «Confidiamo non si tratti di aperture nocive al centro storico, dove troviamo anche iniziative in controtendenza». Purtroppo per questo storico negozio non è andata così. Silvana Bonassi ha pubblicato su Facebook una sorta di epitaffio: «8 ottobre 1976 – 30 dicembre 2017: 15414 giorni dietro al banco della Latteria che ora cessa la sua attività: grazie a tutti». Facile capire che i tempi sono duri, se si considera che in 42 anni questa attività aveva fidelizzato migliaia di persone, finite a fare acquisti altrove. M.MA.