Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Militante leghista strappata alla vita: aveva solo 31 anni

Silvia Cavalli

Anche il vice premier Matteo Salvini è intervenuto per la scomparsa improvvisa di Silvia Cavalli, militante leghista e vice presidente del precedente consiglio comunale di Chiari. Per la 30enne scomparsa nella notte tra giovedì e venerdì, il leader leghista ha postato su Facebook un messaggio toccante, segno di una forte vicinanza alla giovane clarense. «Buon viaggio Silvia - ha scritto Salvini - donna forte e coraggiosa. Hai combattuto come una Leonessa, da leghista, ma la malattia bastarda alla fine ha vinto. Anzi, no. Hai vinto tu, hanno vinto il tuo sorriso, la tua serenità e la tua forza che hai regalato a tutti fino all’ultimo respiro. Ma come facevi? Un abbraccio bresciana - continua nel suo saluto - continua a sorridere e ad aiutarci da lassù e sappi che manterrò la promessa che ti ho fatto: non mollerò mai». Silvia Cavalli è stata consigliere comunale e vice presidente del Consiglio di Chiari nello scorso mandato. I commenti dei colleghi di amministrazione con cui ha condiviso l’impegno politico sono segnati dalla profonda commozione e stima per la giovane esponente politica: «Era lei la mia guida, forte e mite al tempo stesso quando ero presidente del Consiglio comunale» (Fabiano Navoni); «Indomita e determinata, la nostra città perde una giovane donna solare e coraggiosa (gli amici e colleghi della Lega). I funerali lunedì alle 16, partendo dalla casa del commiato. Lascia il padre Angelo, che gli aveva trasmesso la passione per la politica, la mamma Marilena, la sorella Annalisa e il compagno Manuel. •