Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 13 novembre 2018

Per il Palio delle Quadre un «prologo» di cultura aspettando la supersfida

Il salto con l’asta: insieme alla corsa è tra i momenti più attesi

La settimana del Palio delle Quadre di Chiari debutterà questa sera con un prologo alla tradizionale «sette giorni»: dalle 17.30 sarà infatti inaugurata la rassegna fotografica «ScattiChiari: Aria di paese», mostra che è di fatto il primo evento del fitto cartellone legato al Palio. L’appuntamento è al Museo della città. Poi seguiranno tutti gli altri, a cominciare dalle 9.30 di domani mattina quando andrà in scena l’apertura dell’anno sportivo, con piazza Zanardelli che accoglierà le premiazioni dei migliori atleti e delle migliori società sportive. Da lunedì, in serata, si terrà la gara giovanile di salto con l’asta organizzata da Atletica Libertas 1964, mentre il giorno dopo, alle 20, la gara ufficiale con i migliori atleti della disciplina. Il 6 settembre gli sbandieratori e i musici di Zeveto proporranno il tradizionale spettacolo in piazza, mentre il 7 il Club Alpino sarà sulla in piazza con un’attività di promozione dell’arrampicata a partire dalle 20. SI CHIUDE l’8 settembre. Alle 11 in sala Repossi sarà presentato il volume «Le Quadre di Chiari» di Mino Facchetti. Alle 20 si svolgerà una suggestiva sfilata dedicata alla Grande Guerra, con la regia di Gigi Castelli. E nel frattempo, come sempre, ci sarà tutto il ricco calendario di appuntamenti delle singole quadre, dalla musica alla cultura, dal ballo alla gastronomia. Il momento più atteso arriverà la sera dell’8 settembre, alle 22, con la corsa a piedi per le strade della Via Crucis, da sempre l’avvenimento più sentito dai componenti delle Qaudre. La grande favorita di quest’anno resta la verde Marengo che è la contrada con più successi epiù palii aggiudicati nei quarant’anni della manifestazione.