CHIUDI
CHIUDI

19.01.2019

Per Clusane un nuovo «polo scolastico»

L’ex scuola media di Clusane, in prefabbricati: verrà demolita
L’ex scuola media di Clusane, in prefabbricati: verrà demolita

L’ex scuola media di Clusane sarà rasa al suolo. Per abbatterla si spenderanno nei prossimi mesi 140 mila euro. Questo l’orientamento dell’amministrazione comunale guidata da Riccardo Venchiarutti. L’edificio, realizzato in prefabbricati nel 1979, è stato dismesso verso la fine degli anni ’90 perché, causa il calo demografico, il numero delle iscrizioni non ne giustificava il mantenimento. Un edificio fatiscente, adesso. «Ben due perizie certificano che è meglio abbatterlo che recuperarlo - spiega Pasquale Archetti, assessore all’Urbanistica-. Vero che la ristrutturazione costerebbe 200 mila euro in meno, ma si tratterebbe di intervenire su una struttura troppo rigida per le nuove esigenze». Il vuoto che resterà dopo la demolizione, circa 3500 metri quadri, consentirà di ridisegnare il polo scolastico di Clusane. Un campus fra via Risorgimento, via Di Bernardo, via Bossolà e la valle del Molino. Lì, oltre all’ex scuola media, sono ubicate la materna, di recente ampliata, la palestra comunale, che necessita di nuovi spazi, e la sede del Cfp, anch’essa bisognosa di volumi aggiuntivi. IN BILANCIO, oltre ai 140 mila euro per l’abbattimento dell’ex scuola, la Giunta ha appostato altri 150 mila euro per la fase successiva, quella in cui si deciderà come e in quali tempi completare il polo scolastico di Clusane. Tutto sta a vedere se, a maggio, gli elettori daranno fiducia o no all’amministrazione uscente, che non potrà contare su Venchiarutti. Comunque sia, lo studio di fattibilità redatto nel 2014 dall’architetto Gianpiero Nava, di Trezzo d’Adda, ipotizzava di spostare sull’area dell’ex scuola media le elementari, attualmente in via Pascoli e che, a trasloco ultimato, dovrebbe passare ad altre funzioni di interesse pubblico. La previsione di aggregare in un’unica area le scuole di Clusane, del resto, è nel Pgt. «I privati che hanno realizzato abitazioni sul confine Sud del campus, hanno ceduto al Comune 3630 mq di terreno - ricorda l’assessore Archetti-. Se a questi aggiungiamo la superficie che sarà sgombrata abbattendo l’ex scuola media, ci saranno le condizioni per portare a compimento la riqualificazione del polo scolastico». Il disegno è ambizioso: trasferire nel campus le scuole elementari; mettervi a norma la palestra; espandervi la materna e il Cfp; attrezzarvi un parco. •

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1