CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.07.2018

Tinca al forno, doppia porzione

La  Settimana della tinca di Clusane  prenota gia il  «bis» invernale
La Settimana della tinca di Clusane prenota gia il «bis» invernale

La tinca al forno è garanzia di successo, a Clusane. Tanto che, visto il lusinghiero afflusso di buongustai che ha premiato la 37esima settimana promozionale appena conclusa, l’’associazione degli operatori turistici clusanesi Otc, sta già pensando all’iniziativa in versione invernale. «PARECCHI clienti ci chiedono come mai la promozione della tinca, che è un piatto caldo, accompagnato da polenta, la organizziamo d’estate - spiega Mattia Marini, vicepresidente dell’Otc-. La risposta è semplice: questa manifestazione è nata per smaltire le tinche che si catturavano al termine del periodo in cui era vietato pescarle. Adesso molto è cambiato: gli esemplari di tinca che finiscono nelle reti dei nostri pescatori sono per lo più sui 2 chili di peso, inutilizzabili per essere cucinati al forno, e perciò ne facciamo arrivare, ciascuna sui 300 grammi, dal lago di Bolsena e da altri laghi. Per nostra fortuna, stanno schiudendosi in questi giorni le uova di tinca incubate nel nuovo impianto di Clusane. Riteniamo che la ricetta della tinca al forno, che da 2017 ha ottenuta il marchio di qualità della Denominazione comunale, possa essere anche più gustosa d’inverno». L’edizione che è andata in archivio l’altro ieri ha riempito i ristoranti e il lungolago della frazione iseana. «È andata molto bene- continua Marini-. Il lunedì e il martedì si parte sempre piano, ma poi, dal mercoledì, il nostro piatto di bandiera va veramente forte. Venerdì, sabato e l’altro ieri, tutti gli 11 locali aderenti all’Otc erano strapieni. In alcuni si è fatto pure il doppio turno. Purtroppo, non abbiamo potuto accontentare molti di coloro che non avevano prenotato e non se la sono sentita di aspettare». Ne hanno approfittato anche i 5 ristoranti che non sono iscritti all’Otc, alcuni dei quali hanno ritoccato all’insù il prezzo fisso di 23 euro a testa annunciato. Ogni sera, alzatisi da tavola, gli avventori della «Settimana della tinca» erano soliti fare quattro passi digestivi per il paese. In programma, sul lungolago, giochi per i bambini e gruppi musicali. Venerdì, un violento temporale ha interrotto il concerto tributo ai Pooh della Band Regeneration. Sabato è stato molto apprezzato il mercatino di prodotti fatti a mano «A filo d’acqua». Domenica, dopo il tributo ai Nomadi del gruppo Ala Bianca, il gran finale dei fuochi d’artificio. •

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1